10 luglio 2015

Cast

Giacomino


...secondo Camilla

Mentre scrivo Giacomo mangia salame, in piedi, direttamente dall'involucro di carta...alla maggior parte delle ragazze quest'immagine farebbe impazzire, direbbero “siediti, prendi un piatto e poi...cosa mangi salame alle 3 del pomeriggio?!”. Io semplicemente sorrido, perchè queste piccole cose buffe fanno parte del "Tutto" che è lui per me. Mi sono subito innamorata della sua spontaneità, della facilità di fare amicizia, della sua energia... Ogni giorno passato insieme mi innamoravo di una piccola parte in più, fino a scoprire una persona fantastica che, grazie al destino, ha scelto di condividere il resto della sua vita con me.



Milla


...secondo Giacomino

Ancora oggi faccio fatica a scindere Camilla dall'immagine di lei con le treccine nei corridoi della scuola...Eppure non è più così, è cambiata molto, riuscendo a tenere dentro quella luce di felicità e allegria che da sempre l'accompagna. I pochi che hanno avuto il piacere di vederla, quella luce, sicuramente capiscono ciò che intendo. Ogni giorno mi diverte e mi fa capire quanto io sia stato fortunato ad incontrarla. Ma più di ogni altra cosa che mi piace di lei è che lei è Camilla. In tutto e per tutto Camilla, non credo ci siano altre parole per descriverla.

Regia


Sapete quando si dice che la mela non cade mai lontano dall'albero? Be' direi che è una frase perfetta per descrivere quello che i nostri genitori sono per noi. Ciò che hanno fatto è sotto gli occhi di ognuno di Voi (chissà se è un complimento ai loro occhi, oppure no...). Di sicuro c'è solo che ogni premio che il mondo ha fino ad oggi creato e utilizzato, non rende nemmeno lontanamente l'idea di quanto in realtà meriterebbero.

Trama

Incontro

Come te nessuno mai

E se non avesse fatto tutto lei...
La nostra storia comincia a scuola, occupazione del Pertini, anno 2001 post G8. Chissà per quale motivo ero uno di quelli che venivano maggiornamente ascoltati dentro quella scuola e non appena si decise che i caloriferi sporchi di sangue ce li saremmo ridipinti da noi, fui insignito di questo compito. Mentre non sapevo dove andare a parare, sbuca una ragazzina coi codini e un bellissimo neo sulla guancia che mi dice: “Io so dove prendere la pittura, sotto casa mia c'è un posto dove la vendono.”
Colgo l'occasione al balzo e andiamo a comprare la pittura, torniamo e la giornata passa tranquilla.
Dormiamo lì, notte fatale. Si perchè mi ero chiaramente messo col sacco a pelo in mezzo alla palestra, tutto sistemato, torno e mi trovo un sacco a pelo che definire vicino al mio è poco...il secondo sacco a pelo più vicino era praticamente in giardino...
Ha fatto tutto lei...e meno male...

“ehi carino quello li no?” dice Anne.
Lo vedo, sorrido e penso: “si, carino davvero...”.
Se Anne sapesse che è tutto nato dal suo commento, mi perdonerebbe il fatto che le abbia soffiato sotto il naso il suo cuoricino.
Quando sento che sarebbe andato a comprare la vernice, mi faccio avanti, finta disinteressata, e attacco bottone...
poche ore dopo ci ritroviamo a dormire vicini, col cuore che batte a mille per l'emozione e l'imbarazzo.

Primo periodo assieme

Serendipity

Durante l'occupazione della scuola va tutto bene. Ognuno con i suoi impegni, io più di lei, ma è andato tutto bene.
Poi, finita l'occupazione, iniziarono le vacanze di Natale e io, scemo, tra scuse incredibili e situazioni al limite dell'imbarazzante, non la volli rivedere.
Ero giovane (si, lo sono stato anche io)...

A scuola, durante l'occupazione, va tutto bene, ognuno con i suoi impegni e sogni.
Iniziano le vacanze di Natale, capodanno assieme al concerto dei Meganoidi e poi a casa dei auoi amici a ridere e scherzare.
Pochi giorni dopo e dopo tanti “No, Giacomo non è in casa” di mamma Simonetta, capisco che al rientro a scuola non lo avrei trovato a braccia aperte...e cosi fu.
Amareggiata vado avanti con la mia vita, mettendo una croce sopra a questa breve storia e rifiutando risolutamente di incontrarlo successivamente.
Anni e anni dopo scoprirò che il motivo principale del suo rifiuto fu che “non mi ero concessa”!!!

Secondo incontro

50 volte il primo bacio

Buio. Quattro Anni.
Ci volle la mia presenza in centro (rara allora quanto adesso) per incontrarla di nuovo.
Un sabato pomeriggio qualunque, amici suoi con amici miei si incontrano, io la vedo e decido che è giusto riprovarci. La ricordo bellissima. Lei oggi racconta che mi gonfiavo e mi pavoneggiavo come un perfetto imbecille ma se alla fine mi ha detto “Ok, incontriamoci”, totalmente scemo non dovevo esserle poi sembrato, no?
La porto a Recco, posto facile, carino, territorio mio.

Quattro anni senza incontrarsi, senza parlarsi se non una volta l'anno via sms per rifiutare eventuali uscite.
Ma prima o poi un errore lo commettiamo tutte...
Lo incontro davanti a H&M, le mie amiche si fermano a parlare con le sue, e inevitabilmente ci troviamo faccia a faccia. Lui si gonfia, parla ad alta voce, sorride e fa lo splendido. Mantengo le distanze e decreto: “24 ore e mi invita ad uscire”.
Ne passa qualcuna in più e poi un suo sms...All'inizio rifiuto, temporeggio, svio...Dopo due settimane di messaggi serrati, cedo, complici le amiche che mi incitano ad incontrarlo.
Per fortuna ci sono loro...

I primi periodi

Grease

Inizialmente non avrei mai creduto di passare l'estate con lei affianco, ma così non fu.
Alla ripresa della vita di tutti i giorni, finita l'estate, eravamo ancora lì mano nella mano.
Probabilmente è allora che ho capito che sarebbe potuta durare. Ci vedevamo sempre, eravamo uno appiccicato all'altra.
Sono contento che sia stato così.

Estate passata a far la finta sostenuta, perchè lui prima di andare in vacanza a Deiva precisa: “ci tiriamo solo le storie”.
In realtà ero già innamorata persa, con le farfalle nello stomaco e gli occhi a cuore. A Settembre usciamo allo scoperto come coppia, siamo teneri e coccolosi più dei pinguini di Madagascar.

Il nostro primo anno

Guardiani del destino

Lei parte per Firenze, università.
Onestamente pensai che dopo poco e niente avrebbe deciso di farla finita, mandandomi a quel paese per divertirsi come era giusto che facesse.
Non lo fece e per quattro anni abbiamo fatto una vita di rapporto a distanza, praticamente.
Ci vedevamo poco e quel poco non bastava mai.

Parto per Firenze, università. Piena di curiosità per questa nuova fase della mia vita e piena di paure per questa storia ancora troppo giovane. “Non durerà”, mi dicono, “Non dureremo”, penso.
Ma quando trovi l'amore della tua vita, anche se ancora non te ne rendi conto, tutto funziona, e quello che non funziona lo fai funzionare.

Le nostre avventure

Indiana Jones

Agli occhi di chi non ci conosce sembriamo due scemi, abbiamo passato gli anni più giovani della nostra vita con una persona che chissà cosa sarebbe stata, chissà se sarebbe scaturito un amore duraturo.
Ma abbiamo anche noi avuto le nostre avventure. Londra, Parigi, Istanbul, Madrid, Turchia, Marocco, Vienna, Spagna.
Ogni anno decidevamo dove andare e ci divertivamo a vedere il mondo, assaporando quello che il mondo aveva da offrirci.
Non potevo trovare un compagno di viaggio migliore.

Dei nostri viaggi non ricordo mai i nomi dei luoghi visitati né le date. Ho una pessima memoria per le cose oggettive ma nel cuore rimangono impresse le emozioni: l'entusiasmo del primo viaggio a Londra, il romanticismo di Parigi, l'esplorare nuove culture a Istambul, le risate di Madrid, la calma piena della Turchia, la serenità del Marocco, l'amore di Vienna e il relax della Spagna.
Ricordo le pazzie fatte in ogni luogo, dal seguire gli autoctoni per trovare un bel posto dove fare serata, al girare “per di qua che è piu caratteristico!”, finendo nei peggiori quartieri.
Ogni viaggio ha aiutato a capire dov'è casa e a confermare con chi avrei voluto costruire il mio futuro.

Vivere assieme - I giorni nostri

Wall-e

Tre anni fa inizia la convivenza e, onestamente, un po' di paura l'ho avuta.
Avrebbe potuto tirarmi una padellata in testa talmente tante volte che contarle sarebbe piuttosto difficile.
Non lo ha fatto. Amore vero?
I giorni nostri li viviamo così, alla scoperta del domani, alla scoperta di qualcosa che ogni volta è sempre più bello.

Tre anni fa inizia la convivenza, quanto lavoro! Bene o male sapevo già arrangiarmi in casa da sola, lui metteva il tonno aperto in dispensa. E mentre gli insegnavo come non dar fuoco alla casa, lui mi insegnava come gestire i miei difetti, amandoli per primo.
Amore vero? Lo vedremo, dieci anni assieme sembravano utopia all'inizio, oggi sono solo le fondamenta per un futuro sempre più rosa.

Location

Baia del Silenzio

...servono altre parole?

Tipo sapere che è la terza spiaggia più bella d'Italia cambierebbe l'idea che avete di questo posto? Non credo. Aggiungeteci che entrambi abbiamo passato le nostre estati a pochi km da qui e avete un quadro chiaro di quello che ha rappresentato per noi la Baia.
E dire che non avete nemmeno idea di quello che vi aspetta...Pochi hanno avuto il piacere di ammirare la baia dalle terrazze dell'Abbazia. Quando il sole vi scalderà, entrando nel cortile interno, ricordatevi che solo pochi altri posti avrebbero potuto battere questo luogo per il Nostro Giorno.

Come arrivare

Dalla stazione

Dalla stazione di Sestri Levante percorrete Via Roma fino in fondo, girate a sinistra fino ad arrivare al primo attraversamento pedonale di P.zza S. Antonio. Giunti dall'altra parte della strada girate a destra e costeggiando i giardini raggiungete la passeggiata mare (Via della Libertà): percorretela fino ad arrivare in P.zza Matteotti. Vi troverete di fronte alla Parrocchia di Santa Maria di Nazareth, a fianco della chiesa, alla vostra sinistra una salita vi porterà in Via Portobello (Baia del Silenzio).

Dall'autostrada A12

Dall'autostrada percorrete tutta Via Fascie, proseguite fino ad arrivare in P.zza S. Antonio girate intorno alla rotatoria che vi porterà direttamente alla passeggiata mare (Via della Libertà): percorretela fino ad arrivare in P.zza Matteotti. Vi troverete di fronte alla Parrocchia di Santa Maria di Nazareth, a fianco della chiesa, alla vostra sinistra una salita vi porterà in Via Portobello (Baia del Silenzio).

Il parcheggio

In passeggiata a mare e in piazza Matteotti c'è possibilità di parcheggiare a pagamento mentre dalla stazione si trovano anche parcheggi gratuiti.
Attenzione! L'accesso al lungomare in alcune zone non è consentito, l'area è sorvegliata da un sistema di telecamere perciò occorre fare attenzione ai cartelli relativi alle zone ZTL .

Backstage

Ebbene si, ci siamo sbattuti!

Clicca su Giacomino per credere...



Giacomino alle prese con i nastrini delle partecipazioni Idee per le partecipazioni Le partecipazioni Le partecipazioni Ahahahah! Giacomino e il suo vestito! L'abito....sarà uno di questi?! Prima prova dell'abito... In comune per le pubblicazioni! Prova confetti Candele DIY Work in progress... Noi

Info e lista nozze

Ricevimento

Venerdì 10 luglio 2015, ore 17.00

Puntuali! Eva sto guardando te!
Gradito l'abito da cerimonia ma comodi, mi raccomando! (per le scarpe arrangiatevi!)

Lista nozze

La lista viaggio online è su www.sastesitour.it
Password: 10072015

oppure

Via Fieschi 123r, 16121 Genova
tel. 010 5536455 / 010 5303608
dal Lunedì al Venerdì ore 9 - 13 e 15 - 19
Causale bonifico: Lista Gandolfo / Allegretti
IBAN: IT 02 R 02008 01400 000010217724
Intestato a Sastesi Srl

Contattaci!

340 3901152
casallegretti@gmail.com

A tutti quelli che ci dicono di non farlo...citiamo Vi presento Joe Black.

Lo so che ti sembra smielato ma l'amore è passione, ossessione, qualcuno senza cui non vivi.
Io ti dico: "Buttati a capofitto! Trovati qualcuno che ami alla follia e che ti ami alla stessa maniera!"
Come trovarlo? Be', dimentica il cervello e ascolta il cuore.
Io non sento il tuo cuore perchè la verità, tesoro, è che non ha senso vivere se manca questo.
Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente, be', equivale a non vivere.
Ma devi tentare perchè se non hai tentato non hai mai vissuto.

A Giacomo e Camilla, con affetto.

Mattia